mercoledì 26 settembre 2012

Muffin alla ricotta e scaglie di cioccolato al latte


I muffin alla ricotta e scaglie di cioccolato al latte sono una ricetta che mi è riuscitissima. I muffin sono morbidi e cotti al punto giusto. La cottura ideale per i muffin avviene nel forno con la funzione ventilata perchè riescono di forma rotonda con la cima a calotta, così come devono venire. Adoro preparare questi dolcetti perchè sono veloci da preparare e semplici semplici, quando ho voglia di dolci, ma mi stufo a mettermi a fare cose elaborate mi chiedo: cosa posso preparare? Quasi sempre mi cimento a preparare i muffin sempre in una versione diversa così da poterla condividere con voi. Stavolta ho deciso di provarli con la ricotta e il cioccolato a pezzetti. I muffin alla ricotta e scaglie di cioccolato al latte sono davvero ottimi, restano morbidi grazie all'aggiunta del latte e della ricotta vaccina fresca, mentre il cioccolato dà una nota piacevole di sapore perchè altrimenti risulterebbero asciutti e un tocco di muffin simil marmorizzati. Più in là mi cimenterò anche a preparare i muffin marmorizzati, ma per adesso assaggiate un muffin alla ricotta e scaglie di cioccolato al latte.

lunedì 17 settembre 2012

Tortine light al cioccolato al latte


Queste tartine light al cioccolato al latte sono veloci da preparare e poco zuccherate, ma allo stesso tempo molto gustose e adatte per una sana merenda. Le tartine light al cioccolato al latte essendo quindi poco zuccherate sono adatte per chi è a dieta, ma vorrebbe mettere sotto i denti un bel dolcetto. Le tartine light al cioccolato al latte hanno un sapore leggero e delicato. Provateli e fatemi sapere.

giovedì 13 settembre 2012

Torta al cioccolato


Finalmente sono riuscita a trovare un'ottima ricetta per fare la torta al cioccolato. La torta viene bella alta come piace a me e si sente moltissimo il cioccolato. La ricetta è semplicissima da realizzare. Se avete un forno con la funzionalità forno statico usate quello perchè con il forno ventilato la cottura non si concentra in maniera uniforme e la torta presenterà una "cupola" al centro, come nel mio caso, comunque il risultato è sempre eccezionale. Perchè la lievitazione della torta al cioccolato avvenga nel giusto modo e quindi la torta cresca in cottura, lavorate a lungo le uova con lo zucchero e il sale, le uova dovranno diventare belle spumose e bianche, di solito con uno sbattitore elettrico alla massima velocità ci si impiega 15-20 minuti. Inoltre, ricordate di accendere il forno in anticipo così che al momento di infornare sarà già bello caldo. Quando invece, aggiungete il lievito mescolato nella farina nel composto, cercate di essere sbrigativi e veloci, troppo tempo nell'impasto fuori dal forno il lievito perde la sua azione e la torta non vi verrà bella alta. Basterà che seguiate attentamente il procedimento e questi consigli per ottenere una torta al cioccolato buona e bella alta. Io prima di infornarla l'ho decorata con granella di zucchero ideale per i bambini e per dare un pò di decorazione e di dolcezza .

martedì 4 settembre 2012

New York Cheesecake


Il New York Cheesecake, è un dolce tipico della tradizione americana, per la precisione di New York. Il cheesecake è preparato con crema fresca di formaggio, e si ritiene che abbia antichissime origini greche; infatti la prima traccia di cheesecake di cui si abbia notizia si ha nel 776 a.C. nell’isola di Delos, in Grecia, come dolce servito agli atleti nei primi giochi olimpici della storia. I romani, esportarono dalla Grecia la ricetta del cheesecake, che si propagò in tutta Europa, e secoli dopo apparve in America con la ricetta portata dagli immigrati. Oggi, i migliori produttori di cheesecake, secondo quanto affermano gli stessi americani, si trovano a New York. Il New York Cheesecake è fatto di 3 strati: il primo strato è fatto di una base di biscotti, i biscotti utilizzati sono i digestive adatti per fare una base per cheesecake perchè una volta mescolati al burro e fatti indurire in frigo rimangono friabili rispetto ai normali biscotti che diventano molto duri e che sconsiglio. Il secondo strato della New York Cheesecake è fatto da una crema a base di formaggio philadelphia. La ricetta originale prevede l'utilizzo della panna acida, ma questa essendo difficile da reperire, l'ho sostituita con la panna da montare liquida... comunque, potete preparare la panna acida da voi... e ci sono due modi per prepararla... uno è quello di mescolare del mascarpone col succo di limone facendo poi riposare il composto per due ore in un posto tiepido, mentre l'altro modo più veloce è quello di aggiungere un vasetto di yogurt denso (volendo anche un cucchiaio di succo di limone) a 200 gr di panna fresca montata e lasciare riposare per qualche minuto. Il terzo e ultimo strato della New York Cheesecake è composto dalla guarnizione. Io ho guarnito semplicemente con della panna montata, ma potete anche preparare una salsa alle fragole da aggiungere sopra la panna montata. Per preparare la salsa alle fragole vi basterà tagliare le fragole a pezzetti  e metterle in un pentolino sul fuoco assieme a dello zucchero a velo e cuocere il tutto fino ad ammorbidire le fragole, dopodichè passate al setaccio per ottenere una salsa densa e liscia.
Questa ricetta è stata preparata da mia sorella alla quale va un grandissimo ringraziamento per essersi prestata ad essere fotografata nei suoi passaggi, per avermi reso possibile inserire la ricetta e soprattutto per avermi reso possibile assaggiare questa fantastica New York Cheesecake ...