martedì 24 maggio 2011

'e Miez paccheri saltati con olive al limone







Ecco finalmente una ricetta light, è un piatto che non appesantisce dopo essersi alzati da tavola ed è molto saporita perchè ho optato per pomodorini ciliegia che sono più dolci. Per quanto riguarda le olive... Le olive da tavola vengono raccolte in periodi differenti: in estate, ancora non completamente mature per la produzione di olive verdi, e in inverno, a piena maturazione, per la produzione di olive nere. Io ho optato per quelle nere che sono più ricche di sostanze oleose (25%) e molto più caloriche (230 calorie per 100 gr).

domenica 22 maggio 2011

Insalata di e' Fidanzati Capresi con pomodori e caciotta








Si avvicina l'estate e quindi comincia ad essere ora di cucinare piatti freddi. Questa ricetta che vi propongo oggi di insalata di pasta fredda, è venuta buonissima, condita con erbe aromatiche e pomodori e caciotta fresca ha davvero il sapore dell'estate.

venerdì 20 maggio 2011

Maccheroni calabresi

I maccheroni si ritrovano nella gastronomia di quasi tutte le regioni meridionali. Si tratta di maccheroni di grano duro realizzati con l'aiuto di un sottile stelo di busa o zisu o di un apposito ferretto. Possono essere anche chiamati cannizzuoli e devono il loro nome alla busa o zisu, un giunco/una canna a stelo sottilissimo. Quanto all'attrezzo, in mancanza del ferretto tipico a sezione quadrata, o dell'erba adatta, non utilizzate il ferro da calza (uncinetto) perchè essendo di sezione rotonda trattiene la pasta e vi rende difficoltoso tirare via il maccherone. Un tempo qui in Calabria le massaie utilizzavano per tradizione  il ferretto di un ombrello rotto, perfetto per dimensioni e forma, l'unico inconveniente è che era poco sicuro utilizzare il ferro dell'ombrello perchè appuntito e con l'andar avanti del tempo si arrugginisce. L'altro giorno, un'amica molto esperta in maccheroni calabresi fatti in casa mi ha parlato della busa o anche chiamata zisu, è un'erba dalle foglie spinose. Di quest'erba viene raccolto lo stelo e spogliato del rivestimento esterno ottenendo una canna sottilissima, ma dalla forma e dimensione adatte e precise per realizzare i maccheroni con facilità. Così me lo sono fatta dare da questa mia cara amica, che ringrazio, e l'ho provato subito. Se però voi non riuscite a trovarlo, può andar benissimo anche un lungo spiedino di legno. Ricordate sempre di infarinare sia la pasta che lo strumento che utilizzate per fare i maccheroni. Man mano che li farete prenderete la mano, il meccanismo diventerà quasi automatico e andrete molto più spediti. Potete anche prepararne in grande quantità e congelarla cruda, magari nel fine settimana, così da averla pronta all'uso, nei giorni particolarmente pieni di impegni. I maccheroni calabresi, come qualsiasi altra preparazione che facciamo qui in Calabria, devono essere conditi con un sugo molto saporito e per niente leggero (io ho condito con del ragù ristretto fatto cuocere in una pentola di terracotta a fuoco lentissimo per 2 ore e mezza :) ). Vedrete presto come futura ricetta, la ricetta base per realizzare le casarecce.

mercoledì 18 maggio 2011

Involtini di salmone al sesamo







Questo antipasto è ottimo per chi ama il salmone crudo. Io preparo sempre questa ricetta quando non ho idea di cosa preparare come antipasto in occasione di pranzo o cena con ospiti, è una ricetta sfiziosa e bella da vedere. In più non necessita di cottura, perciò si prepara in pochi minuti e potreste anche prepararlo in largo anticipo e conservarlo in frigo. Gli involtini di salmone al sesamo sono un piatto ricco che potreste preparare in caso dobbiate mangiare fuori casa e volete portare con voi un pasto leggero.

sabato 14 maggio 2011

Spezzatino in bianco al prezzemolo








Questo spezzatino in bianco con prezzemolo al contorno di piselli all'aglio e prezzemolo è un secondo di carne rossa particolare perchè viene cotta nel brodo e nel latte fino a che i liquidi si ritirino del tutto. Quando i liquidi evaporano del tutto lasciano sulla carne una salsetta molto densa che dà quel sapore particolare e appetitoso alla carne. Impossibile non fare scarpetta :).

martedì 10 maggio 2011

Crema pasticcera alla nutella







Dopo la classica ricetta della crema pasticcera, vi posto questa crema pasticcera alla nutella, presa dal blog della cara Francy, con cui ho farcito il Pan di Spagna. Si tratta di una crema che come base ha una crema pasticcera profumata e delicata e con l'aggiunta di qualche cucchiaio di nutella la crema diventa troppo slurposa. Provatela ottima per farcire torte, bignè ma anche da sola gustata in una coppetta.

giovedì 5 maggio 2011

Millefoglie alla marmellata di arance




Questo è un dolce molto amato da chi ha poco tempo per cucinare e preparare dolci. Ma c'è anche da dire che non bisogna sottovalutarla, è semplice si da preparare, ma questa millefoglie ricorda tanto quella che troviamo in pasticceria farcita di crema. Per la cottura bisogna solo cuocere la pasta sfoglia da sola. Per quanto riguarda l'assemblaggio della millefoglie all'arancia,si tratta semplicemente di mettere insieme uno strato di pasta sfoglia, uno strato di panna montata amalgamata alla marmellata di arance ammorbidita con dell'acqua alternando man mano gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti..tutto qui. Mia mamma ha apprezzato particolarmente e ha voluto assolutamente la mia ricetta per prepararla anche lei :).

mercoledì 4 maggio 2011

Ricettario Decora

Poco tempo fa ricorderete che ho postato una ricetta di torta decorata con prodotti Decora... bene, la Decora ha pubblicato il Ricettario delle Food blogger ed ecco la mia ricetta è stata inserita nel loro ricettario..non vi dico che emozione quando ho ricevuto il ricettario e ho visto la mia ricetta. Eccovi le foto del ricettario e della mia ricetta inserita a pag. 19 :)




Qui la mia ricetta.

domenica 1 maggio 2011

Minestrone alla milanese






Con queste piovose giornate che ci sono nonostante siamo a maggio mi è venuta voglia di minestrone caldo. Così la sera prima ho messo in ammollo i fagioli borlotti secchi Melandri Gaudenzio e il mattino seguente mi sono rimboccata le maniche e ho preparato questo minestrone alla milanese. Il minestrone alla milanese è un piatto tipico della tradizione lombarda, brodoso e a base di verdure. Esistono due varianti di questo piatto. Nella variante invernale vengono aggiunte agli ingredienti tradizionali delle cotenne tagliate a listarelle e del guanciale a piccoli cubetti, mentre in quella estiva non viene utilizzato il lardo e il minestrone viene servito freddo. Io ho preferito tralasciare la cotenna e servire il risotto caldo. Se decidete di prepararlo fatemi sapere che ne pensate. Devo dire che a casa mia è stato molto apprezzato.