venerdì 10 settembre 2010

Polenta fritta o sgagliozze



Ecco una ricetta adatta come aperitivo, snack fra amici o semplicemente per far felici i vostri figli, ehee bene si la polenta fritta e, soprattutto se tagliata a triangolini, per chi non l'avesse mai provata sembrano patatine di mais, croccanti e buonissimi, in famiglia li adoriamo tanto che vi racconto una chicca. Ogni qualvolta le preparo le mie sorelle e genitori anch'essi vengono a spiarmi al momento della frittura, appena ne tolgo una dalla padella non faccio a tempo a posarli nel piatto che spariscono ancora bollenti e infatti come vedete nell'ultima foto vedete solo quelli che sono riuscita a salvare giusto per fare vedere a voi il risultato perchè sennò non sarei neppure ad assaggiarne una, perchè durante la cottura non oso assaggiare altrimenti la mangio tutta io, son troppo buone una tira l'altra e non sto esagerando :). L'unica pecca è che ci vuole una vita a friggerle sono sincera, ma una volta tanto le ripropongo per far felice la famiglia e.. me :)!



INGREDIENTI per circa 25 pezzi:

900 ml d'acqua
1 cucchiaino di sale
150 gr di farina gialla per polenta
pochissimo olio di semi per ungere la padella

PROCEDIMENTO:

Fate bollire l'acqua salata ed aggiungete poco a poco la farina per polenta.



Girare continuamente la polenta con una frusta a fiamma bassa.



Spegnete appena si sarà addensata.



Su un ripiano di lavoro di marmo disponete un foglio di carta forno e versateci sopra la polenta.



Sopra stendere un altro foglio di carta forno e stendere con il mattarello.



Far raffreddare completamente (ci vorrà una mezz'oretta).



Una volta completamente fredda rimuovete il foglio di carta forno superiore e tagliate la polenta a triangoli.



Lasciateli su di un vassoio a far asciugare un pò.



N.b. Impanate ora i triangoli di polenta nella farina di mais, in questo modo otterrete una crosticina più croccante e durante la cottura non schizzeranno.
Ungere leggermente una padella calda e friggerci la polenta 4 minuti per lato o fino a doratura.



Trasferiteli in un piatto su carta assorbente.



Servite caldi così o con ketchup e maionese.

13 commenti:

  1. Uau!
    Nooo, questa devo proprio provarla!
    A me la polenta piace tantissimo e, se ho capito bene, in questo modo vengono fuori una sorta di nachos! *.*
    O comunque qualcosa di veramente appetitoso :-D

    RispondiElimina
  2. questa è una delle cose più buone del mondo!
    mmmmm che meraviglia!!! brava :)))
    baci tamara :)

    RispondiElimina
  3. quanto mi piaaaace!!!!! meravigliosa, complimenti!
    buon w.e.

    RispondiElimina
  4. mmmmmmm slurp!!!!
    mi sa che è un idea buonissima....
    poi noi la polenta la facciamo sul camino, col paiolo... quindi ancora più buona!!!
    grazie per la dritta
    ciao
    Antonella

    RispondiElimina
  5. x uapa: diciamo che sono tipo nachos, ma dentro morbide e fuori dure.. ma comunque a casa mia ne vanno tutti matti :D

    x tamara: sono entusiasta che la pensiamo allo stesso modo, sono le cose più buone del mondo :)

    x betty: ehi avessi saputo ve ne avrei preparato quadrupla dose x tutte betty :D

    x antonella: paiolo? E' mica la pentola di terracotta? Allora sarà sicuramente più buona, cotta lentamente dai carboni del legno :). Anch'io ho il camino e noi nella pentola di coccio cuciniamo fagiola, lenticchie, ceci, soia, tutti i legumi, bè la differenza con quella cotta sul gas è inparagonabile, neppure lontanamente..

    RispondiElimina
  6. chissà che delizia....adesso che arriva l'inverno voglio assolutamente provarla.....un bacio

    RispondiElimina
  7. A Napoli si chiamano scagnuozzi sono buonissimi... peccato a chi non li ha mai provati!

    Buona Serata
    Terry

    RispondiElimina
  8. x stefy: ah sono felice di averti convinta ;)

    x terry: bene adoro il dialetto napoletano, qualche volta vorrei venire a Napoli :)
    eh si peccato a quelli che non li hanno mai provati :(

    RispondiElimina
  9. Bravissima Mimì!!! Anch'io adoro la polenta e d'inverno la faccio spesso, la faccio anche come la tua l'unica differenza è che prima di friggerla la impano nella farina gialla viene più croccante e...segreto...evita che schizzi!

    RispondiElimina
  10. La polenta è un piatto che a casa mia non facciamo mai,ma questo modo di servirla mi incuriosisce parecchio,complimenti mimì

    RispondiElimina
  11. x malù: ottimo grazie d'avermi svelato il tuo segreto, odio quando mi schizza, incorporo subito nel post grazie bella malù :)

    x fra: è curiosa vederla per la prima volta ma è buonissima :)

    RispondiElimina
  12. una stuzzicheria da provare certamente, ciao
    taced
    http://handmadecreativity.blogspot.com/

    RispondiElimina
  13. ciao ti assicuro che sono ottimi per stuzzichini :)

    RispondiElimina